Direzione regionale Lazio

Ti trovi in: Home - Servizi - Onlus e 5 per mille

Onlus e 5 per mille



Anagrafe delle ONLUS

Per informazioni sulle ONLUS (valutazione requisiti e iscrizioni all'anagrafe Onlus) consultare il sito ONLUS - ISCRIZIONE ALL'ANAGRAFE UNICA DELLE ONLUS .

Per ottenere assistenza scrivere all’indirizzo di posta elettronica: dr.lazio.acce@agenziaentrate.it

_________________________________________________________________________________

5 per mille - 2017

Si ricorda che gli enti di nuova costituzione, gli enti che non si sono iscritti nel 2016 e gli enti non regolarmente iscritti o privi dei requisiti nel 2016, che hanno presentato la domanda telematica di iscrizione al cinque per mille anno 2017, per accedere al beneficio devono, a pena di decadenza, trasmettere il seguente modello di dichiarazione sostitutiva - pdf entro il 30 giugno 2017, corredato da una copia del documento di identità.

VARIAZIONE RAPPRESENTANTE LEGALE
In caso di variazione del rappresentate legale rispetto alla precedente iscrizione è necessario trasmettere, corredata da copia di un documento di identità, una dichiarazione sostitutiva da parte del nuovo rappresentante legale, con l'indicazione della data della nomina e di quella di iscrizione dell'ente alla ripartizione del contributo.

Il seguente modello va inviato, a pena di decadenza, entro il 30 giugno 2017
Dichiarazione sostitutiva variazione rappresentante legale - pdf.


Entrambi i modelli possono essere inviati tramite PEC all’ indirizzo dr.lazio.gtpec@pce.agenziaentrate.it oppure mediante raccomandata con ricevuta di ritorno all’ indirizzo: Agenzia delle Entrate – Direzione regionale del Lazio – Ufficio Gestione Tributi - Via G. Capranesi, 54 – 00155 Roma.

Possono partecipare al riparto delle quote del cinque per mille gli enti ritardatari che presentino le domande di iscrizione e provvedano alle successive integrazioni documentali entro il 2 ottobre 2017, versando contestualmente una sanzione di importo pari a 250 euro, utilizzando il modello F24 con il codice tributo 8115, senza possibilità di compensare il tributo.
I requisiti sostanziali richiesti per l’accesso al beneficio devono essere comunque posseduti alla data originaria di scadenza della presentazione della domanda di iscrizione.

 

5 per mille - 2016

Per accedere al riparto del cinque per mille per l’anno finanziario 2016 gli Enti dovevano:
1 . presentare entro il 9 maggio 2016 una domanda telematica;
2 . inviare entro il 30 giugno 2016, tramite PEC o raccomandata A/R, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art. 45 del DPR n. 445/2000, sottoscritta dal rappresentante legale che attesti la persistenza dei requisiti soggettivi.
3 . Anche coloro che, pur avendo i requisiti sostanziali alla data di scadenza della domanda, non hanno rispettato uno o entrambi gli adempimenti previsti potevano ancora regolarizzare la richiesta di accesso al riparto del cinque per mille versando entro il 30 settembre 2016 una sanzione di 250 euro tramite il modello F24 - codice tributo 8115 e contestualmente presentando la documentazione mancante (nel sito dell’Agenzia Home - Cosa devi fare - Richiedere - Contributo del 5 per mille 2016 sono reperibili il modello di domanda di iscrizione e di dichiarazione sostitutiva ).

Per verificare la propria posizione, gli Enti possono consultare i seguenti elenchi:
File pdfElenco completo degli Enti con anomalie (63.16 KB) (a ciascun Ente corrisponde un codice per tipologia di anomalia)
File pdfEnti con domanda d’iscrizione presentata oltre il 9 maggio 2016 (45.20 KB)
File pdfEnti con domanda d’iscrizione non presentata (58.89 KB)
File pdfEnti con dichiarazione sostitutiva non pervenuta (49.54 KB)
Gli Enti presenti in elenco che ritengono di aver correttamente effettuato gli adempimenti previsti sono invitati, dopo aver verificato lo stato di spedizione della dichiarazione sostitutiva nel sito di Poste Italiane (Poste Italiane - Cerca Spedizioni ) ovvero la presenza della ricevuta di consegna nella propria casella PEC, a contattarci all’indirizzo mail dr.lazio.getr.entiesterni@agenziaentrate.it .

La regolarizzazione delle anomalie segnalate non preclude l’eventualità dell’esclusione dal riparto per effetto dei successivi controlli formali e sostanziali.
Le Associazioni sportive dilettantistiche devono presentare la dichiarazione sostitutiva all’Ufficio del Coni nel cui ambito territoriale si trova la sede legale dell’Associazione; questa Direzione regionale ha tuttavia, proceduto all’invio al CONI delle dichiarazioni finora erroneamente pervenute.
Per consentire il corretto invio delle dichiarazioni sostitutive in futuro è consultabile File pdfl’elenco delle dichiarazioni sostitutive (22.74 KB) - pdf (39.84 KB) pervenute a questa Direzione regionale da parte delle associazioni sportive dilettantistiche che avrebbero dovuto presentarla al CONI).

Si ricorda infine che le variazioni dei dati anagrafici (es. indirizzo della sede legale, dati relativi al rappresentante legale in carica) devono essere comunicate a cura dell’Ente, entro trenta giorni dalla variazione, in modalità telematica o presso qualsiasi ufficio dell’Agenzia, utilizzando il modello AA5/6 ; con le medesime modalità devono essere comunicate le variazioni delle coordinate bancarie (codice iban) del conto sul quale si intende ottenere l’accredito delle somme spettanti.

Per assistenza su casi specifici è a disposizione la casella di posta elettronica dr.lazio.getr.entiesterni@agenziaentrate.it .

Per informazioni di carattere generale consultare il sito internet (Home-Documentazione-5 per mille ).